Sensori ottici

I sensori ottici svolgono i loro compiti di rilevamento tramite la luce in un'ampia varietà di forme. È disponibile una gamma di prodotti completa con soluzioni di sensori affidabili ed efficienti per tutte le applicazioni che possono essere risolte otticamente. Il rilevamento di oggetti caratterizzati da superfici, dimensioni e colori diversi richiede principi di funzionamento diversi, come una fotocellula a sbarramento, una fotocellula a riflessione o un sensore a riflessione diretta. Di solito tutti i diversi principi di funzionamento sono disponibili in un'unica serie (dimensione). Le serie universali sono disponibili anche con varianti estese e funzioni utili aggiuntive.

 

 

Sensori economicamente convincenti

Controlli presenza nei processi intralogistici e di imballaggio, nonché nel settore automotive, con la nuova serie 5B

Durante lo svolgimento di controlli presenza nei processi automatizzati la tecnologia dei sensori deve garantire un riconoscimento sicuro di oggetti differenti. Anche la manipolazione del sensore comprensiva di montaggio, allineamento e regolazione, deve avvenire in modo rapido e semplice, soprattutto perché spesso i sensori da installare sono tanti. Pertanto, per una messa in opera economica di un sistema, è molto importante da un lato la standardizzazione e dall'altro l'adattamento del sensore alle esigenze individuali del cliente.

Proprio per rispondere a tali esigenze abbiamo sviluppato una generazione di sensori ottimizzata:
La nuova serie 5B. Economicamente convincente. Manipolazione perfetta.

 

Vai direttamente alla selezione articoli - serie 5B

I vostri vantaggi

  • Installazione flessibile: serie completa con tutti i principi di funzionamento, tutti in alloggiamenti identici e compatibili per il montaggio. In base all’applicazione, è possibile scegliere tra fotocellule a sbarramento, a riflessione e a tasteggio
  • Alloggiamento: nuovo alloggiamento più compatto (dimensioni P x H x L: 11mm x 32,4mm x 20mm), installabile sulle serie precedenti, è la soluzione ottimale anche in condizioni di montaggio ristrette. Con grado di protezione IP 67 e certificazione ECOLAB
  • Fissaggio e montaggio: fissaggio rapido e montaggio semplice grazie a inserti metallici con filettatura M3
  • Messa in opera: indicatori LED visibili da qualsiasi angolazione per semplificare l'installazione e l'indicazione di stato. Rapidità di allineamento grazie a un punto luminoso omogeneo e ben visibile
  • Configurazione ottimale: facilità di regolazione e adattamento all'applicazione grazie a un potenziometro di facile utilizzo
  • Riconoscimento sicuro di oggetti depolarizzanti: prestazioni ottimizzate per il rilevamento di oggetti riflettenti, termoretratti e lucidi
  • Collegamento elettrico: adattamento alle esigenze individuali dei clienti grazie a diverse possibilità di collegamento (ad es. cavo, connettore maschio M8, spiralina,…)
  • Frequenza di commutazione: frequenza di commutazione migliorata per le fotocellule a sbarramento con fino a 900 Hz e per fotocellule a tasteggio fino a 1.000 Hz, per elevate prestazioni e riserva di funzionamento
  • Protezione da manipolazioni: la commutazione chiaro/scuro avviene a prova di manomissione mediante l'inversione di polarità del cablaggio

Principi di funzionamento disponibili:

Fotocellula a riflessione

Fotocellula a sbarramento

Fotocellula a tasteggio

Punti di forza

Montaggio economicamente efficiente

Maggiore è il numero di sensori da montare su una linea di trasporto, maggiore sarà l'importanza dell'aspetto dell'efficienza economica rispetto ai tempi e ai costi di montaggio e messa in opera.
Il concetto di fissaggio intelligente e semplice con due comode filettature metalliche M3 facilita il montaggio rapido per l'utente.
Inoltre, la forma piccola e compatta dell'alloggiamento ne facilita l'installazione in situazioni di montaggio ristrette.
A seconda delle preferenze individuali o della situazione di montaggio in loco è possibile scegliere tra diverse varianti di collegamento, ad esempio con connettore M8, cavo o connettore pigtail.

Regolazione e messa in opera con semplicità e rapidità

Gli indicatori LED visibili da qualsiasi angolazione consentono un'installazione semplice e un'indicazione di stato facilmente riconoscibile. Il facile allineamento del sensore grazie al punto luminoso ben visibile comporta anche un risparmio di tempo e, di conseguenza, una riduzione dei costi a carico dell'utente. La nuova serie 5B è disponibile anche come modello con potenziometro per una migliore regolazione di precisione del sensore. Questo consente di adattare rapidamente e facilmente il sensore al variare delle condizioni dell'applicazione.
Inoltre, la commutazione chiaro/scuro dell'uscita di commutazione può avvenire a prova di manomissione grazie al cablaggio.

Riconoscimento sicuro anche in caso di oggetti depolarizzanti

Nell'intralogistica, i pallet, i cartoni e gli altri contenitori spesso sono avvolti in film e questo può rappresentare delle grandi sfide per la sensorica. Con la nuova serie 5B offriamo modelli ottimizzati appositamente per questo campo di applicazione. Questi sensori garantiscono un'intercettazione sicura anche in caso di oggetti termoretratti o lucidi.

Applicazione

Controllo presenza nel settore dell'intralogistica con fotocellula a riflessione

Richiesta:
In un centro logistico, il trasporto di differenti contenitori e cartoni deve avvenire su trasportatori a rulli disposti molto vicini tra loro. Per giunta, alcuni cartoni sono imballati con film termoretratto. Tutti gli oggetti devono essere riconosciuti in modo affidabile. Durante la messa in opera, il sensore deve essere installato, allineato e regolato in modo semplice e veloce. Il punto luminoso deve essere ben visibile.

Soluzione:
Dotato di alloggiamento compatto e poco ingombrante, il nuovo sensore della serie 5B può essere montato direttamente sui trasportatori a rulli disposti molto vicini tra loro. L'installazione e il montaggio ad alta resistenza avvengono con l'ausilio di comodi inserti metallici con filettatura M3. L'allineamento è semplice e veloce grazie al punto luminoso omogeneo e ben visibile e agli indicatori LED visibili da qualsiasi angolazione. La regolazione avviene comodamente tramite potenziometro. Grazie alle prestazioni ottimizzate per il rilevamento di oggetti termoretratti e lucidi anche questi possono essere riconosciuti in modo affidabile.

Controllo presenza nel packaging mediante fotocellula a sbarramento

Richiesta:
Presso un produttore alimentare le patatine vengono confezionate in un imballaggio primario. Successivamente le confezioni proseguono il loro trasporto su una linea di trasporto e qui devono essere riconosciute in modo affidabile. Il punto luminoso deve essere visibile. Lo stato del sensore deve essere riconoscibile anche a una distanza di 2 metri.

Soluzione:
Il nuovo sensore della serie 5B può essere montato anche in orizzontale sulla linea di trasporto e il punto luminoso è ben visibile. Lo stato del sensore è sempre ben visibile grazie agli indicatori LED visibili da qualsiasi angolazione, anche a una certa distanza dalla linea di trasporto. La scelta di una fotocellula a sbarramento ha il vantaggio di una riserva di funzionamento molto elevata, che consente un riconoscimento sicuro anche in condizioni ambientali difficili e riduce il rischio di inattività dell'impianto. La nuova serie 5B è dotata inoltre di una frequenza di commutazione ottimizzata pari a 900 Hz.

Controllo presenza nell'intralogistica con fotocellula a tasteggio

Richiesta:
In un sistema di distribuzione, il trasporto dei pacchi avviene su un nastro trasportatore. Un sensore deve controllare se i pacchi sono stati riempiti correttamente. I cartoni che sono stati riempiti troppo o troppo poco devono essere scartati.

Soluzione:
La fotocellula a tasteggio HT 5B monitora dall'alto il nastro trasportatore e rileva i cartoni e il relativo contenuto con un comportamento di commutazione rapido fino a 1.000 Hz. L'allineamento e la regolazione di precisione avvengono comodamente tramite potenziometro. La soppressione dello sfondo della fotocellula a tasteggio assicura il rilevamento solo dell'oggetto e l’occultamento del nastro trasportatore.

Rilevamento di una lacerazione del film, durante la produzione di celle per batterie, con fotocellula a tasteggio

Richiesta:
Nella produzione di celle per batterie agli ioni di litio, le lamine di rame o alluminio avvolte su bobine, sono compresse nel corso di un processo complesso (calandratura). Velocità elevate e irregolari possono provocare la lacerazione del film. Per evitare danni alla macchina, i sensori devono quindi fermare immediatamente il processo.

Soluzione:
La fotocellula a tasteggio HT 5B con soppressione dello sfondo monitora continuamente la presenza del film e rileva immediatamente eventuali lacerazioni. La fotocellula a tasteggio rileva in modo affidabile anche superfici molto lucide o scure e, grazie alla forma compatta, è adatta anche ad ambienti di installazione molto angusti.

Caratteristiche tecniche

Parametri

Fotocellule a riflessione

Fotocellule a sbarramento

Fotocellule a tasteggio

Frequenza di commutazione

500 Hz

900 Hz

1.000 Hz

Portata

6,5 m

15 m

700 mm

Sorgente luminosa

Luce rossa visibile chiara

Luce rossa visibile chiara, luce infrarossa

Luce rossa visibile chiara, luce infrarossa

Elemento di controllo

Potenziometro

 -

Potenziometro

Dimensioni dell'alloggiamento
(P x H x L)

11 x 32,4 x 20 mm

Materiale dell'alloggiamento

Plastica

Grado di protezione

IP 67

Compatibilità dei materiali

ECOLAB

Collegamento

M8 / cavo / spiralina

 

Nuova gamma di sensori per processi produttivi sensibili dal punto di vista igienico

Serie 53C e 55C: due nuove serie in acciaio inossidabile con alloggiamento miniaturizzato per compiti di rilevamento nei processi di produzione e imballaggio

Per l'elaborazione, l'imbottigliamento o l'imballaggio di alimenti e prodotti farmaceutici si applicano requisiti molto rigorosi in quanto all'igiene e alla pulizia degli impianti.

Non solo gli impianti di produzione, bensì anche i componenti elettronici come i sensori devono resistere a regolari cicli intensivi di pulizia e disinfezione, con detergenti a volte aggressivi. In particolare nei campi d'impiego con contatto diretto con alimenti o per i compiti di rilevamento al di sopra di prodotti non confezionati, si raccomanda l'impiego di sensori con design Hygiene a norma UNI EN 1672-2 («Macchine per l'industria alimentare - Concetti di base»). Questi sensori sono caratterizzati da uno speciale design e da un'elevata tenuta e resistenza ai detergenti.

La nostra nuova gamma di sensori in acciaio inossidabile, con le serie 53C con design Hygiene e 55C con design Wash-Down, è stata sviluppata appositamente per le applicazioni con maggiori requisiti di igiene. Per poter soddisfare i rigidi requisiti, gli alloggiamenti delle due serie di sensori sono realizzati in acciaio inossidabile di qualità V4A (AISI 316L). Le superfici lisce di acciaio inossidabile (valore tipico ≤ 0,8 Ra) fanno in modo che il detergente possa sgocciolare via direttamente e impediscono la proliferazione batterica negli impianti di produzione. Nella costruzione si è attribuita una grande importanza alla realizzazione di una copertura della lente senza vetro e di elementi di controllo assolutamente stagni e senza fessure. Tutti i materiali dell'alloggiamento sono conformi FDA e sono omologati per il contatto diretto con alimenti. Ciò garantisce ulteriore sicurezza nell'elaborazione e nell'imballaggio degli alimenti.

I vostri vantaggi

  • Due serie complete con tutti i principi di funzionamento: fotocellule a sbarramento, fotocellule a riflessione e fotocellule a tasteggio per campi di impiego e compiti specifici
  • 2 design dell'alloggiamento per l'impiego in zone umide (Wash-Down) e in zone di igiene (design Hygiene)
  • L'alloggiamento in acciaio inossidabile di qualità V4A (AISI 316L) con superficie liscia e la copertura della lente senza vetro in PMMA+ con rivestimento speciale antigraffio impediscono la proliferazione batterica
  • Grado di protezione IP69K per una funzionalità affidabile e una tenuta assoluta dell'alloggiamento
  • Resistenza termica e chimica (verificata e certificata secondo ECOLAB, CleanProof+ e JohnsonDiversey)
  • I materiali dell'alloggiamento conformi FDA permettono di utilizzare il sensore in applicazioni con contatto diretto con alimenti
  • Facile configurazione e monitoraggio delle condizioni mediante interfaccia IO-Link e varianti con regolazione elettronica della portata del tasteggio ed emissione del valore misurato via IO-Link

Punti di forza

Una soluzione ben studiata per ambienti sensibili dal punto di vista igienico

Tutti i componenti dei sensori in acciaio inossidabile sono stati sviluppati appositamente per l'impiego in ambienti sensibili dal punto di vista igienico. Qui le condizioni sono dure, soprattutto per i componenti elettronici. La pulizia regolare degli impianti con pulitrici ad alta pressione e detergenti aggressivi svolge un ruolo importante. L'alternanza tra turni produttivi e turni di pulizia comporta inoltre forti variazioni di temperatura che non devono influire sulla funzionalità dei sensori.

  • Gli alloggiamenti in acciaio inossidabile V4A (AISI 316L) sono assolutamente resistenti alla polvere e all'acqua e raggiungono i gradi di protezione IP67, IP68 e IP69K
  • Le superfici in acciaio inossidabile particolarmente lisce di circa 0,8 Ra impediscono la proliferazione batterica
  • La copertura senza vetro della lente (lastra di plastica antigraffio e a tenuta di diffusione (PMMA+) rivestita di indio antigraffio) resiste a cicli di pulizia impegnativi e assicura un funzionamento affidabile
  • L'elemento di controllo di nuova concezione è assolutamente impermeabile e senza fessure
  • Tutti i materiali sono omologati per il contatto diretto con alimenti (conformi FDA)
  • Resistenza chimica e termica, verificata e certificata da ECOLAB, CleanProof+ e JohnsonDiversey
Sensori miniaturizzati con design Wash-Down e Hygiene

La serie 55C in design Wash-Down è idonea all'impiego in zone umide di linee di produzione. Questo design speciale permette di pulire accuratamente l'intero impianto con tutti gli strumenti e le procedure comuni. I materiali dell'ottica e degli elementi di controllo sono a tenuta di diffusione e resistenti alle sostanze chimiche e, in combinazione con la struttura senza fessure, impediscono la proliferazione batterica. L'alloggiamento chiuso e il campo di temperatura esteso garantiscono una funzionalità pluriennale dei sistemi.

Per l'impiego in zone di igiene sensibili, ad esempio in ambito farmaceutico, cosmetico e alimentare, sono disponibili i sensori della serie 53C nella versione Hygiene.
Con elementi basati sulla serie 55C, questo speciale sviluppo del design dell'alloggiamento impedisce in modo ancora più specifico la proliferazione batterica. Ad esempio, i contorni dell'alloggiamento, lisci e senza fori di fissaggio, impediscono i depositi di qualsiasi tipo. Il sistema di fissaggio unico nel suo genere assicura tramite il perno di montaggio un collegamento a tenuta stagna tra sensore e macchina.

Due serie complete con soluzioni innovative per compiti di riconoscimento impegnativi

Queste due serie di sensori con alloggiamenti miniaturizzati in acciaio inossidabile comprendono tutti i principi di funzionamento: fotocellule a sbarramento, a riflessione e a tasteggio. Diversi modelli sono stati sviluppati per campi di impiego specifici e permettono di risolvere in modo preciso, affidabile ed economico le sfide che si presentano nei processi di produzione e imballaggio.

I nostri prodotti principali per applicazioni speciali:

  • Fotocellule a riflessione per il riconoscimento di vetro e PET o di pellicole
  • Fotocellule a riflessione laser per il riconoscimento di piccoli oggetti
  • Fotocellule a sbarramento per il riconoscimento di liquidi acquosi e il controllo del livello di riempimento
  • Fotocellule a tasteggio con soppressione dello sfondo e piccolo punto luminoso per il rilevamento di oggetti con superfici strutturate lucide e colorate
  • Fotocellule a tasteggio con soppressione dello sfondo e punto luminoso lineare largo per il riconoscimento di oggetti trasparenti e oggetti con aperture, fori e punzonature
  • Fotocellule a tasteggio con soppressione dello sfondo, dotate di regolazione elettronica della portata del tasteggio ed emissione del valore misurato via IO-Link
  • Fotocellule a tasteggio con soppressione dello sfondo, dotate di speciali ottiche a V per il riconoscimento di oggetti trasparenti, piani, riflettenti e ad alta lucentezza, nonché di strati di copertura di vassoi per siringhe o fiale
Interfaccia IO-Link: semplice cambio di formato e monitoraggio delle condizioni

I sensori delle serie 55C e 53C sono dotati di un'interfaccia IO-Link che consente di realizzare concetti di macchina innovativi con manutenzione a distanza, diagnostica o configurazione dei sensori. Tramite IO-Link è possibile configurare, gestire il funzionamento e la manutenzione (monitoraggio delle condizioni) dei sensori. Con IO-Link è possibile realizzare anche il cambio di formato in modo notevolmente più flessibile ed economico.
Speciali varianti di fotocellule a tasteggio sono regolabili elettronicamente e dotate di trasmissione del valore di misura per il monitoraggio di una determinata area. La portata del tasteggio può essere impostata numericamente tramite IO-Link (Remote Set Distance). La calibratura del dispositivo permette un'alta precisione per il settaggio da remoto. Quando si sostituisce un sensore guasto è possibile trasferire tramite IO-Link le impostazioni predefinite al nuovo dispositivo senza perdite e senza la necessità di un nuovo apprendimento.

Cavi e riflettori per applicazioni igieniche

Per le applicazioni dell'industria alimentare e farmaceutica, offriamo soluzioni di cavi e riflettori abbinati ai sensori delle serie 55C e 53C.
Gli speciali cavi di collegamento sono realizzati in materiali conformi a FDA (elastomeri termoplastici (TPE) e acciaio inossidabile V4A) e sono dunque omologati per il contatto diretto con alimenti. 
Se installati con una coppia di serraggio di 0,4 Nm o 0,6 Nm, i cavi raggiungono il grado di protezione IP69. In questo modo i cavi impediscono l'infiltrazione di liquidi, polvere o vapore e resistono anche a processi di pulizia intensivi con pulitrici ad alta pressione. Una certificazione ECOLAB attesta la resistenza dei cavi ai detergenti aggressivi. I cavi possono essere impiegati in un campo di temperatura compreso tra -40 °C e +105 °C.
La gamma di cavi per l'impiego in applicazioni industriali esigenti dal punto di vista igienico comprende M8 e M12 e lunghezze di cavo di 2, 5 e 10 metri.

Applicazione

Controllo del caricamento di un'affettatrice di salumi

Richiesta:
Nell'industria alimentare vengono consegnati salumi in grandi stecche che poi vengono tagliate a fette sottili in una taglierina. Il prodotto che giunge alla macchina deve essere riconosciuto in modo affidabile, in modo che la pinza possa spingere uniformemente il materiale in direzione della lama e che tutte le fette tagliate abbiano lo spessore richiesto.

Soluzione:
La nostra fotocellula a tasteggio HT53C.S con design Hygiene controlla in modo affidabile il caricamento del prodotto nell'affettatrice di salumi. Se è presente materiale sufficiente per il funzionamento della macchina, l'impianto si avvia automaticamente. Il punto luminoso particolarmente piccolo si caratterizza per l'ottimo rendimento, soprattutto con gli oggetti dalla struttura colorata, mentre la soppressione dello sfondo del sensore garantisce un riconoscimento sicuro del prodotto indipendentemente dal colore.

Riconoscimento dei bordi anteriori dei prodotti da affettare

Richiesta:
In una affettatrice industriale i prodotti vengono affettati in piccole pile che poi vengono preporzionate per il successivo imballaggio in vaschette. Per la tecnologia dei sensori la sfida consiste nel fatto che il bordo anteriore dei prodotti da affettare deve essere riconosciuto in modo affidabile nello stesso punto di commutazione, anche se si trovano leggermente spostati di lato sul nastro trasportatore. I sensori sono montati direttamente sopra il nastro trasportatore. In questa applicazione bisogna assicurarsi che i residui di detergente non gocciolino sul formaggio o sugli affettati.

Soluzione:
Dotata di punto luminoso laser allungato, la fotocellula a tasteggio HT53CL1.X con soppressione dello sfondo è l'ideale per il riconoscimento dei bordi anteriori dei prodotti. Grazie al punto luminoso lineare gli affettati vengono rilevati nello stesso punto luminoso anche se sono leggermente spostati di lato sul nastro trasportatore. Ciò garantisce un posizionamento pulito degli affettati al momento del caricamento nella confezione in vaschetta e assicura che il bordo di quest'ultima non venga toccato dagli alimenti lasciando tracce di grasso che comprometterebbero la perfetta igiene della successiva sigillatura termica della vaschetta. Nel design Hygiene la forma dell'alloggiamento della serie 53C non presenta fori ed è idonea a campi d'impiego che prevedono il contatto diretto con alimenti.

Riconoscimento del livello di riempimento durante l'imbottigliamento di liquidi

Richiesta:
Nel settore beverage, in una riempitrice l'acqua viene imbottigliata in bottiglie da 3 litri. Il livello di riempimento deve trovarsi esattamente alla stessa altezza in tutte le bottiglie, bisogna evitare di riempire troppo poco le bottiglie. Il riconoscimento affidabile del livello di riempimento di liquidi acquosi in qualsiasi contenitore rientra tra i compiti di rilevamento più impegnativi per i sensori e richiede sensori particolarmente potenti.

Soluzione:
Le fotocellule a sbarramento LS55C.H2O e LE55C.H2O sono state sviluppate per il riconoscimento di liquidi acquosi e per il controllo dell'altezza di riempimento, e arrestano il processo di riempimento in modo affidabile. Il sistema di trasmettitore e ricevitore della serie 55C in acciaio inossidabile con design Wash-Down presenta un'elevata potenza di attraversamento dei raggi e può essere impiegato anche con contenitori colorati e contenitori con etichette di plastica.
Questa soluzione può sostituire un costoso sistema di controllo del riempimento, come una bilancia o un misuratore di flusso, ed è facile da configurare: oltre all'allineamento esatto dell'asse ottico, non sono necessarie altre regolazioni mediante l'elemento di controllo.

Controllo presenza durante l'imbottigliamento in stelle di carico

Richiesta:
L'imbottigliamento è caratterizzato da velocità molto elevate. Per un corretto svolgimento dei processi, prima dell'imbottigliamento occorre assicurarsi che tutte le posizioni della stella di carico siano occupate da bottiglie.

Soluzione:
La fotocellula a tasteggio HT55C con soppressione dello sfondo riconosce i contenitori durante l'imbottigliamento in modo affidabile e senza riflettore. I sensori sono concepiti per zone umide e resistono anche a processi di pulizia intensivi. Una certificazione ECOLAB e il nostro test ampliato di lunga durata dei detergenti CleanProof+ assicurano il funzionamento affidabile del sensore anche in condizioni gravose.

Riconoscimento di bottiglie durante il trasporto

Richiesta:
In un impianto di imbottigliamento per bottiglie di latte occorre rilevare con sicurezza e precisione la posizione delle bottiglie sul nastro trasportatore per le successive fasi di imballaggio nell'impianto.

Soluzione:
La fotocellula a riflessione PRK55C.TT3 rileva in sicurezza anche contenitori trasparenti. La sensibilità può essere regolata con il tasto Teach. Una funzione di tracking integrata compensa automaticamente le impurità presenti sul riflettore o sul sensore. In questo modo si prolungano gli intervalli di pulizia e si riducono i tempi morti nell'impianto. Dotato del massimo grado di protezione IP69K, l'alloggiamento in acciaio inossidabile con design Wash-Down è molto resistente. La resistenza ai detergenti comunemente reperibili sul mercato è confermata dalla certificazione ECOLAB, dal test Leuze CleanProof+ e da test secondo JohnsonDiversey.

Posizionamento preciso delle fiale

Richiesta:
Per il riempimento dei vaccini e altri liquidi è necessario rilevare e posizionare con precisione le fiale di vetro trasparente.

Soluzione:
La fotocellula a riflessione PRK53CL1.T3 con punto luminoso laser piccolo, combinata con un piccolo riflettore di acciaio inossidabile, permette di rilevare e posizionare le fiale in modo estremamente preciso. Il sensore può essere integrato facilmente nell'alloggiamento miniaturizzato anche in spazi ristretti. Sia il sensore che il riflettore presentano un design igienico.

Rilevamento e posizionamento di fiale trasparenti

Richiesta:
In un impianto di confezionamento di prodotti farmaceutici vengono riempite fiale in percorsi di confezionamento a più corsie. La posizione delle fiale trasparenti deve essere riconosciuta con precisione prima del riempimento. Uno dei problemi è che le fiale sono molto piatte e la fotocellula deve mirare con precisione sul riflettore.

Soluzione:
In questa applicazione le nostre fotocellule a riflessione laser PRK53C.T3 della serie 53C vengono utilizzate con riflettori a microprismi MTKS 14x23.P appositamente sviluppati per l'industria farmaceutica. I sensori in acciaio inossidabile con design Hygiene puntano con precisione sul riflettore e garantiscono un rilevamento sicuro delle fiale.

Panoramica dei nostri sensori in acciaio inossidabile

Parametri

PRK53C / PRK55C

LS/LE53C / LS/LE55C

HT53C / HT55C

ODT53C /ODT55C

Principio di funzionamento

Fotocellula a riflessione

Fotocellula a sbarramento

Fotocellula a tasteggio con soppressione dello sfondo

Sensore di distanza con soppressione dello sfondo

Design e dimensioni (LxAxP) dell'alloggiamento

Serie 53C: design Hygiene (14,0 x 35,4 x 20,4 mm)

Serie 55C: design Wash-Down (14,0 x 35,4 x 25,0 mm)

Materiale dell'alloggiamento

Acciaio inossidabile V4A (AISI 316L)

Acciaio inossidabile V4A (AISI 316L)

Acciaio inossidabile V4A (AISI 316L)

Acciaio inossidabile V4A (AISI 316L)

Sorgenti luminose

Luce rossa (645 nm)

Laser rosso

(650 nm; classe laser 1)

Luce rossa (645 nm)

Infrarosso (1450 nm)

Luce rossa (645 nm)

Infrarosso (860 nm)

Laser rosso

(650 nm; classe laser 1)

Luce rossa (645 nm)

Frequenza di commutazione

1.500 Hz (luce rossa)

3.000 Hz (laser rosso)

1.000 Hz (luce rossa)

350 Hz (infrarosso)

1.000 Hz

(luce rossa e infrarosso)

3.000 Hz (laser rosso)

750 Hz (luce rossa)

Portata di esercizio

0,1 … 5 m (a due lenti)

0 … 4 m (autocollimazione)

0 … 3 m (rilevamento di oggetti trasparenti)

0 … 2 m (laser: autocollimazione)

0 … 0,4 m (laser: rilevamento di oggetti trasparenti)

0,05 … 8,5 m (luce rossa)

0 … 64 m (infrarosso)

5 ... 600 mm (infrarosso)

5 ... 450 mm (luce rossa)

5 … 200 mm (punto luminoso piccolo)

5 … 100 mm (punto luminoso allungato)

15 ... 400 mm (laser)

10 … 150 mm

10 … 80 mm

(punto luminoso piccolo)

IO-Link

V1.1 (COM2)

V1.1 (COM2)

V1.1 (COM2)

V1.1 (COM3)

Comando

Tasto di apprendimento

-

Potenziometro multigiro

Tasto di apprendimento

Campo di temperatura

-40 … +70°C

-40 … +70°C

-40 … +70°C

-40 … +70°C

Grado di protezione

IP 67, IP 68, IP 69K

IP 67, IP 68, IP 69K

IP 67, IP 68, IP 69K

IP 67, IP 68, IP 69K

Certificazioni

CE, UL, ECOLAB, CleanProof+,

JohnsonDiversey

CE, UL, ECOLAB, CleanProof+, JohnsonDiversey

CE, UL, ECOLAB, CleanProof+, JohnsonDiversey

CE, UL, ECOLAB, Clean-Proof+, JohnsonDiversey

Collegamento

M8, cavo, cavo spiralina M12

M8, cavo, cavo spiralina M12

M8, cavo, cavo spiralina M12

M8

Nuova serie di sensori per il riconoscimento di oggetti

Con prestazioni ottimali al miglior prezzo. La nuova serie 36.

Il riconoscimento sicuro di oggetti continua ad essere la chiave per un elevato grado di automazione e per processi di impianto fluidi. In particolare nell’intralogistica, nel packaging e nel settore dell’automotive gli oggetti da riconoscere pongono sfide elevatissime nei confronti dei sensori. Grandi distanze di rilevamento, vibrazioni, luce ambientale e sporcizia, insieme a oggetti con una vasta gamma di proprietà ottiche, richiedono sensori con prestazioni di rilevamento molto elevate.
Al contempo, i criteri economici sono essenziali. Un maggior grado di automazione si ottiene, in molte applicazioni, aumentando il rapporto tra i sensori, il che mette a fuoco la necessità di sensori ottimizzati dal punto di vista dei costi.
I sensori della nostra nuova serie 36 offrono prestazioni perfette al miglior prezzo. Differenti principi di funzionamento in combinazione con un’elaborazione del segnale all’avanguardia portano a un’eccellente affidabilità nel riconoscimento di oggetti, anche in caso di applicazioni esigenti. La riserva di funzionamento elevata permette il rilevamento di oggetti a lunghe distanze o la compensazione di fonti di interferenza o di sporcizia da distanze più brevi.



I vostri vantaggi

  • Portate altissime si traducono in un’elevata riserva di funzionamento e pertanto a un tasso di riconoscimento sicuro, anche in applicazioni critiche
  • Disponibilità con il vostro principio di funzionamento preferito:
    • Fotocellule a tasteggio con soppressione dello sfondo con max. 2500 mm di portata
    • Fotocellule a riflessione con max. 17 m di portata (in opzione anche per il riconoscimento di oggetti con caratteristiche depolarizzanti)
    • Fotocellule a sbarramento con max. 80 m di portata
  • Eccellente rapporto qualità-prezzo
  • Supporto di tutte le logiche di commutazione comuni: commutazione NPN e PNP, commutazione con/senza luce
  • Svariate possibilità di collegamento per un’integrazione semplice (cavo, connettore M12 o cavo con connettore M12)
  • Compatibilità di montaggio con i sensori della serie 46

Applicazione

Riconoscimento di pallet avvolti in pellicole.

Richiesta:
Per mettere in sicurezza il trasporto spesso i pallet vengono avvolti in film. Le fotocellule a riflessione convenzionali non sono in grado di garantire un riconoscimento sicuro per via delle proprietà depolarizzanti del film teso. Dato che questo tipo di messa in sicurezza del trasporto è molto diffusa, il sensore deve essere in grado di riconoscere questi speciali oggetti con assoluta affidabilità. Al contempo, occorre trovare una soluzione di sensori economica affinché sia scalabile per l’applicazione.

Soluzione:
La nuova fotocellula a riflessione PRK36.D è dotata di un’ottica speciale per il riconoscimento assolutamente sicuro di oggetti depolarizzanti. Il design migliorato consente benefici sui costi rispetto agli altri sensori attualmente presenti sul mercato.

Riconoscimento di imballaggi nell’industria alimentare

Richiesta:
Nell’industria alimentare, i prodotti identici generalmente vengono raggruppati in confezioni più grandi al fine di ottimizzare e automatizzare i processi di movimentazione e di logistica. Un prerequisito importante per un elevato grado di automazione è costituito da sensori performanti in grado di riconoscere le confezioni in modo sicuro - anche se cambiano i prodotti e gli imballaggi esterni. Per monitorare questi processi da vicino, occorre tutta una serie di sensori economicamente interessanti.

Soluzione:
Con la nostra nuova serie 36, offriamo fotocellule a riflessione che, grazie alla loro elevatissima riserva di funzionamento, riconoscono in modo sicuro differenti tipi di imballaggi. Il design migliorato consente benefici sui costi rispetto agli altri sensori attualmente presenti sul mercato.

Garanzia di disponibilità dei materiali nei sistemi produttivi

Richiesta:
I sistemi produttivi altamente automatizzati, da un lato necessitano di un’elevata affidabilità dei processi e dall’altro la garanzia di disponibilità e tracciamento dei materiali è un aspetto essenziale. Qui i sensori che garantiscono in modo affidabile la presenza e, pertanto, la disponibilità dei materiali di montaggio sono componenti chiave. Al contempo, i sensori devono essere integrati in modo flessibile in differenti situazioni di montaggio.

Soluzione:
Grazie ai differenti principi di funzionamento, ai differenti colori della luce e all’elevatissimo tasso di riconoscimento, la nostra nuova gamma di sensori della serie 36 è l’ideale per il riconoscimento di una grande varietà di oggetti nei sistemi produttivi e, pertanto, per valutare la presenza o l’assenza di materiali di montaggio. Un’ampia scelta di sistemi di fissaggio e numerose varianti di collegamento ne permettono una facile integrazione. L’eccellente rapporto qualità-prezzo ne permette la scalabilità in sistemi produttivi grandi e complessi.

Caratteristiche tecniche

Caratteristica HT36

PRK36

PRK36.D LS/LE36
Principio di funzionamento Fotocellula a tasteggio con soppressione dello sfondo Fotocellula a riflessione Fotocellula a riflessione polarizzata Fotocellula a sbarramento
Portata di esercizio 2500 mm 17 m 11 m 80 m
Sorgente luminosa Luce rossa, infrarosso Luce rossa Luce rossa Luce rossa
Frequenza di commutazione 250 Hz 300 Hz 300 Hz 300 Hz
Uscita di commutazione PNP, NPN
Ciascuno commutante con e senza luce
PNP, NPN
Ciascuno commutante con e senza luce
PNP, NPN
Ciascuno commutante con e senza luce
PNP, NPN
Ciascuno commutante con e senza luce
Comando Potenziometro multigiro - - Potenziometro
Grado di protezione IP 67 IP 67 IP 67 IP 67
Certificazioni CE, UL, ECOLAB CE, UL, ECOLAB CE, UL, ECOLAB CE, UL, ECOLAB
Collegamento Varianti M12 e con cavo Varianti M12 e con cavo Varianti M12 e con cavo Varianti M12 e con cavo